Archivio tag: 2019

Sabato 5 ottobre ore 21.15 – Serata osservativa

programma


Nel 2009, il Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) della NASA e la sua missione gemella Lunar Crater Observation and Sensing Satellite (LCROSS) entrarono nell’orbita lunare. Dall’interesse e dall’entusiasmo per gli eventi che celebravano l’occasione, nacque International Observe the Moon Night (IOMN).

In questi anni, l’IOMN è diventata una celebrazione mondiale dell’esplorazione lunare e della scienza, dell’osservazione celeste e delle nostre connessioni culturali e personali con la Luna. Un giorno ogni anno, tutti sulla Terra sono invitati ad osservare, conoscere e celebrare insieme la Luna.
Ti invitiamo a unirti agli appassionati lunari di tutto il mondo per celebrare l’esplorazione lunare passata, presente e futura. Quest’anno segna anche il 50° anniversario dell’atterraggio sulla Luna dell’Apollo 11.

Martedì 1° ottobre ore 21.15 – Conferenza di Astronomia

 Aula Magna c/o I.I.S. “A.M. Agnoletti”
Via Ragionieri, 47 – Sesto F.no (FI)

“Il principio olografico”

relatore: Dott. Giovanni Della Lunga

ologramma_2017
immagine tratta dal sito MEDIAINAF
www.media.inaf.it/2017/01/30/luniverso-come-ologramma

Secondo una congettura che prende il nome di principio olografico, l’universo sarebbe simile ad un gigantesco ologramma: proprio come una manipolazione della luce permette di registrare un’immagine tridimensionale su una pellicola in due dimensioni, il nostro universo, in apparenza tridimensionale, potrebbe essere totalmente equivalente a un «dipinto» su un’immensa superficie lontana. Come vedremo quest’affascinante ipotesi ci proietterà nel mondo della gravità quantistica e degli oggetti più enigmatici dell’universo: i buchi neri.


SABATO 5 ottobre

INTERNATIONAL OBSERVE MOON NIGHT (IOMN)

Per info

Scarica il programma della serata


Giovedì 26 settembre ore 21.15 – Serata osservativa

Dal novembre 2010, la

saf-aps

in collaborazione con la

canova_new_nov_12

  Via Chiusi 3/4 – Isolotto – Firenze

organizza degli incontri mensili dedicati alla divulgazione dell’astronomia e all’osservazione della volta celeste, con particolare riferimento all’orientamento e all’individuazione delle principali
costellazioni e dei pianeti.
In caso di maltempo la serata si svolgerà all’interno della biblioteca.

*     *     *     *     *

Oggetti osservabili: Luna assente, Triangolo estivo con Deneb, Vega e Altair 
Pianeti: Giove e Saturno ancora alti nel cielo,  Mercurio, Venere e Marte già tramontati


SABATO 5 ottobre

INTERNATIONAL OBSERVE MOON NIGHT (IOMN)

Per info

Scarica il programma della serata


Venerdì 20 settembre ore 21.00 – Serata

Aula “Francesco Marsili” c/o I.I.S. “A.M. Agnoletti”
Via Ragionieri, 47 – Sesto F.no (FI)

 “In ricordo di Giovanni Feo”

Recentemente è scomparso Giovanni Feo, studioso etrusco che ha identificato anche molti siti archeo-astronomici, in particolare l’antico Osservatorio Astronomico di Poggio Rota, da molti considerato la “Stonehenge Italiana”.

PoggioRota06

L’incontro di stasera, a carattere nazionale, è stato creato con l’intento di promuovere iniziative per ricordarlo.

 


SABATO 5 ottobre

INTERNATIONAL OBSERVE MOON NIGHT (IOMN)

Per info


Giovedì 19 settembre ore 21.15 – Conferenza di approfondimento

 c/o Punto di Lettura “Luciano Gori” 
Via degli Abeti – Isolotto (FI)

“L’astronomia nell’arte”
relatore: Dott. Emiliano Ricci
 893px-Giotto_di_Bondone_-_No._18_Scenes_from_the_Life_of_Christ_-_2._Adoration_of_the_Magi_-_WGA09195Giotto – L’adorazione dei Magi – Cappella degli Scrovegni (Padova)

L’arte ha spesso rivolto il suo interesse verso soggetti tratti dall’osservazione del cielo. Nell’antichità, Urania, la musa dell’astronomia, è stata spesso citata o rappresentata insieme alle altre muse come esempio di una disciplina in cui scienza e arte si fondono in un insieme rappresentativo della cultura.

La Divina Commedia è un illustre esempio di rappresentazione artistica della Cosmologia. D’altro canto, i disegni di Galileo sui monti della Luna sono contemporaneamente una rappresentazione artistica e scientifica.

Ma anche gli astronomi hanno trovato una loro collocazione pittorica in celebri quadri, come è il caso di Ipazia nel quadro sulla Scuola di Atene di Raffaello, di Giordano Bruno nella famosa scultura a Campo dei Fiori a Roma o degli astronomi in genere, come nel quadro del pittore belga Paul Delvaux.

In questa conferenza discuteremo gli aspetti scientifici di diversi fenomeni astronomici, confrontandoli con le rappresentazioni che pittori, scultori o scrittori hanno usato per la loro descrizione, e parallelamente cercheremo di capire come l’osservazione del cielo e la sua comprensione abbiano influenzato le rappresentazioni artistiche nel corso dei secoli.


SABATO 5 ottobre

INTERNATIONAL OBSERVE MOON NIGHT (IOMN)

Per info


Martedì 10 settembre – Apertura biblioteca / Serata osservativa

 SERATA OSSERVATIVA

ore 21.00 in punto – ritrovo c/o Fonte dei Seppi Monte Morello
 destinazione “Gli scollini”


BIBLIOTECA

ore 21.15 – Aula “Francesco Marsili”
c/o I.I.S. “A.M. Agnoletti”
Via Ragionieri, 47 – Sesto F.no (FI)

biblioteca 1telescopio

Per sapere se abbiamo il libro che ti interessa puoi consultare:
– il nostro sito, sotto la voce del menu Biblioteca: questo è il link
– la pagina di ricerca del circuito SDIAF, al quale siamo affiliati: questo è il link

Si invitano soci e sostenitori a segnalare titoli di libri, naturalmente inerenti gli argomenti da noi trattati, che possano servire ad ampliare l’offerta della nostra biblioteca. Lo potete fare scrivendo a: bibliotecario@astrosaf.it. Grazie per la collaborazione.

* * * * *

In caso di maltempo la serata osservativa verrà sostituita da attività didattica in sede.
Verranno affrontati alcuni argomenti inerenti il telescopio (come si monta, la messa in stazione, i vari tipi di ottiche, la differenza tra le varie montature, ecc.), altri strumenti (astrolabio) e l’uso del software Stellarium.