Archivio mensile:gennaio 2010

L’Italia nello Spazio

L'Italia nello spazioLa Società Astronomica Fiorentina (S.A.F.) – Onlus, nell’ambito delle serate divulgative pubbliche, organizza per martedì 2 Febbraio alle ore 21,15 la conferenza in sede dal titolo:

“L’Italia nello Spazio”

a cura dei relatori S.A.F.

A cosa serve andare nello spazio? Negli anni ’60 Wernher von Braun all’inizio della corsa alla Luna ha risposto a questa domanda ponendone un’altra: “A cosa serve un bambino che nasce?” Mezzo secolo più tardi il bambino cosmico è ancora un bambino ma ha incominciato a camminare. Ad ogni lancio di un veicolo spaziale l’elenco delle possibili risposte si allunga e ci tocca più da vicino. Molte di queste risposte le stiamo scrivendo noi in Italia: L’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) è oggi il terzo maggiore investitore dell’ESA ( l’Agenzia Spaziale Europea) e affianca la NASA nei principali progetti internazionali. Continua a leggere

Una Nicchia nella Galassia

Locandina della conferenza "Una Nicchia Nella Galassia".

Locandina della conferenza "Una Nicchia Nella Galassia".

La Società Astronomica Fiorentina (S.A.F.) – Onlus, nell’ambito delle serate divulgative pubbliche, organizza per martedì 5 Gennaio alle ore 21,15 la conferenza in sede dal titolo:

“Una Nicchia nella Galassia”

A cura dei relatori S.A.F.

Che cosa occorre a un pianeta per ospitare forme di vita complesse?
Gli astronomi hanno sempre sottolineato che deve essere stabile l’acqua allo stato liquido, cosa possibile solo in un certo intervallo di distanze dalla stella: è la zona abitabile circumstellare. Ma con la scoperta dei pianeti extrasolari si è visto che vi è un insieme di condizioni più restrittive. Continua a leggere

Corso base di Astronomia 2010 al Quartiere 2 di Firenze

Le meraviglie del cielo

Le meraviglie del cielo

La Società Astronomica Fiorentina (S.A.F.), da anni impegnata nella divulgazione dell’astronomia, propone in collaborazione con il Consiglio del Quartiere 2 di Firenze, un corso di base di astronomia facilmente accessibile senza specifica preparazione di base.
L’intento è di avvicinare, chiunque lo desideri, al riconoscimento di alcuni aspetti del cielo, attraverso l’osservazione diretta, a occhio nudo e col binocolo. Per ogni lezione viene affrontato sia l’aspetto teorico che pratico osservativo, mentre nell’ultimo incontro, sotto la cupola del nostro planetario, viene simulato “la volta celeste” nelle quattro stagioni. Continua a leggere